Mese: giugno 2014

Road America Race: 7-8 june 2014

Un esempio delle competizioni che vedono protagoniste le moto elettriche. La pista di Road America in Wisconsin è stato costruita nel 1955, scavata nella zona glaciale Kettle Moraine per soddisfare l’esigenza di un circuito locale quando lo stato vietò le corse su strade pubbliche. Nel corso degli anni questo circuito ha visto sfidarsi i migliori piloti del mondo, e il 7 e 8 giugno questo si è ripetuto dove 4 piloti su moto elettriche Brammo hanno gareggiato.

Immagine

Il vincitore di questo weekend “elettrizzante” è stato Arthur Kowitz (nella foto) che cavalcava una Brammo Empulse TTX costruita in collaborazione con eMotoRacing profondamente alleggerita e preparata, gli altri cavalcavano Empulse R più vicine alle specifiche del mezzo di serie. La battaglia è stata serrata ma in questo circuito la specifica preparazione della TTX ha dato i frutti sperati garantendo un significativo vantaggio al suo pilota. Una dimostrazione delle prestazioni in evoluzione continua di queste poderose moto elettriche.

New Range Extender: aluminum-air battery by Phinergy & Alcoa

riprendo una notizia pubblicata da http://green.autoblog.com/ e http://www.greenstyle.it/

Immagine

Arriva dal Canada una nuova proposta per migliorare l’autonomia delle auto elettriche. Il produttore di accumulatori Phinergy e l’azienda specializzata nella lavorazione di metalli Alcoa hanno realizzato un prototipo a zero emissioni dotato di batterie alluminio-aria che promette prestazioni molto interessanti per quanto riguarda le percorrenze. La vettura di prova, una citycar ricavata da una Citroen C1 che è stata messa in prova sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal, unisce infatti la carica di una tradizionale batteria al litio a quella assicurata da una soluzione ad alluminio-aria, fino ad arrivare ad un’autonomia di oltre 1.600 km. Il motivo di questa aumentata efficienza rispetto agli ioni di litio consiste nella densità di questo tipo di batterie che sfruttano un anodo in alluminio, a cui si aggiunge il minore peso complessivo, ma va considerato anche il fatto che una batteria di questo tipo non è ricaricabile, come avviene invece per altri tipi di accumulatori installati sulle auto elettriche, per cui è necessario sostituirla una volta esaurita la sua capacità di immagazzinamento energetico. La durata di queste batterie è comunque molto lunga e arriva nell’ordine dei 20 o 30 anni, per cui un loro impiego abbinato a un pacco batteria al litio può dare luogo ad una vettura elettrica ad autonomia estesa senza l’uso di un motore termico per aumentare le percorrenze, confermando in questo modo le zero emissioni e un impatto ambientale ridotto e relativo esclusivamente alla lavorazione dell’alluminio e al suo riciclo alla fine del ciclo di utilizzo della vettura.

Oullim Motors Spirra EV: mistery of Korean EV sportscar

Immagine

Era il 2009 quando girava voce su molti siti a tema automobilistico che la sportiva coreana Oullim Spirra avrebbe avuto una sua versione elettrica per il mercato europeo grazie al suo importatore AGV con sede nei Paesi Bassi. AGV (ora EPH) è un’azienda specializzata nella conversione di mezzi con motore endotermico (nel 2009 erano allo studio Volvo C30 e V50 elettriche). La Spirra E con batterie al litio avrebbe dovuto fare la sua comparsa per la fine del 2010. Poi il silenzio, mistero su questa piacevole sportiva convertita alle zero emissioni.. Qualcuno l’ha più vista? E’ rimasto un sogno? Poco o nulla si trova sul sito di EPH (Electric Power Holland) al link: http://www.allgreenvehicles.nl/index.php?page=spirra


In 2009 many sites rumored that the Korean Oullim Spirra would have its electric version for the European market thanks to AGV, its importer based in the Netherlands. AGV (now EPH) is a company specialized in converting vehicles with internal combustion engine (in 2009 they were working on electric Volvo C30 and V50). The Spirra E with lithium batteries was supposed to arrive at the end of 2010. Then silence and mystery about this enjoyable sport car converted to zero-emission.. Has anyone seen it? Is it still a dream? Little informations on the site of EPH (Electric Power Holland) following the link: http://www.allgreenvehicles.nl/index.php?page=spirra

Immagine

FIA Formula E: next racing generation

Tra soli 26 giorni comincerà la stagione inaugurale della Formula E (http://www.fiaformulae.com/), la nuova categoria da competizione per monoposto a ruote scoperte con sola motorizzazione elettrica. 10 team (tra i quali Virgin, Andretti, ABT Audi e Venturi), 20 auto (tutte Spark-Renault SRT-01E), 10 gare in giro per il mondo con la prima data fissata per il 13 settembre a Pechino e l’ultima il 27 giugno 2015 a Londra.

Immagine

Le auto Spark-Renault SRT-01E presentano lo stato dell’arte in termini di motorizzazione elettrica, la vettura è un progetto sviluppato da Renault Sport, dall’azienda Spark Racing Technology e Williams Advanced Engineering (parte del gruppo Williams che corre in F1) e vede anche la collaborazione tecnica di Michelin come fornitore di specifiche coperture scolpite (non slick) da 18″. Molti piloti provengono anche dalla massima serie (come Alguersuari) e sarà davvero interessante vedere (e sentire) correre vetture su circuiti cittadini che viaggiano ad alte velocità e con erogazioni motociclistiche producendo un suono simile a quello di certe auto radiocomandate. Sicuramente surreale in principio ma di indubbio interesse per lo sviluppo di quella che da molti è considerata la mobilità del futuro.