zero emission

SONY Vision-S: what’s coming next?

sony-s-vision-concept_04

All’edizione 2020 del CES di Las Vegas Sony a sorpreso tutti con qualcosa che pochi avrebbero previsto da parte del marchio high tech giapponese noto al grande pubblico principalmente per eccezionali televisori  e una leggendaria console per videogiochi divenuta uno dei benchmark del settore. Sony ha svelato un’automobile elettrica: la Vision-S. L’auto è un concept dall’aspetto molto definitivo, sembra pronta per scendere su strada anche se Sony ha dichiarato che non ha intenzione di entrare nel mercato automobilistico ma che con questo concept vuole sottolineare il suo ruolo di fornitore di tecnologie, mettendo in evidenza cosa può fare per il settore automotive. Sony per creare la Vision-S ha collaborato con aziende come Bosch, Continental, NVIDIA e Qualcomm. Nell’auto sono presenti 33 sensori distribuiti tra interno ed esterno, inclusi sensori LiDAR allo stato solido, sensori d’immagine CMOS e sensori ToF, per rilevare e riconoscere oggetti e persone all’interno e all’esterno del veicolo stesso e offrire un supporto estremamente avanzato alla guida. Tutti questi sensori e tecnologie combinati costituiscono ciò che Sony definisce “Safety Cocoon Concept“, un sistema in grado di garantire una rilevazione a 360° intorno al veicolo, per intervenire tempestivamente e aiutare in caso di pericolo. All’interno, strumentazione e sistema infotainment primeggiano grazie ad uno schermo panoramico che offre un’ampia gamma di contenuti gestiti attraverso un’intuitiva interfaccia utente. Il software di bordo è gestito con l’uso dell’Intelligenza Artificiale di Sony, l’auto dispone anche di tecnologie di telecomunicazione e connessione al cloud, così da garantirne aggiornamenti costanti ed evoluzione delle caratteristiche. Riguardo alla base meccanica Sony ha diffuso solo una breve schede tecnica che mette in evidenza un doppio motore da 200 kW, un’accelerazione 0-100 Km/h in 4,8 secondi ed una velocità massima di circa 238 Km/h.

sony-s-vision-concept_in

sony-s-vision-concept_in2

At the 2020 CES edition in Las Vegas, Sony surprised everyone with something that few would have expected from the Japanese high tech brand known by general public mainly for exceptional televisions and a legendary video game console that has become one of the industry benchmarks. Sony has unveiled an electric car: the Vision-S. The car is a very definitive-looking concept, it seems ready to go on the road even if Sony has declared that it has no intention to enter the automotive market but that with this concept it wants to underline its role as a technology supplier, highlighting what it can do for the automotive sector. Sony has partnered with companies such as Bosch, Continental, NVIDIA and Qualcomm to create the Vision-S. In the car there are up to 33 sensors distributed between the inside and the outside, including solid state LiDAR sensors, CMOS image sensors and ToF sensors, to detect and recognize objects and people inside and outside the vehicle and to offer an extremely advanced driving support. All these sensors and combined technologies constitute what Sony defines as “Safety Cocoon Concept“, a system capable of giving 360° detection around the vehicle, to promptly enter in action and help in case of danger. Inside, instrumentation and infotainment system excel thanks to a panoramic screen that offers a wide range of content managed through an intuitive user interface. The on-board software is managed with the use of Sony’s AI, the car also has telecommunication and cloud connection technologies, in order to guarantee constant updates and evolution of the features. Regarding the mechanical base, Sony has released only a short technical data sheet which shows a 200kW dual engine, 0-100 km/h acceleration in 4.8 seconds and a maximum speed of about 238 km/h.

sony-s-vision-concept_01

FUELL Fllow: Erik Buell’s second life

Flow_e_motorcycle

Former HD engineer Erik Buell (yes the Buell Motorcycles daddy…) started a new adventure with Francois-Xavier Terny: Fuell Inc. Company started its business with an e-bike called Flluid (non an error, it has a double L) and now is collecting pre-orders for a futuristic motorcycles called Fllow (with double L too). This motorbike will come in two versions, the first one with an 11kW motor, and the more powerful variant with a 35kW (48HP) motor. The bike hasn’t the typical chain or belt transmission setup but of an in-wheel hub motor, this opens up 49 liters of storage space in the middle part of the motorcycle, it also promises urban range up to 150 miles (240Km), fast charge under 30 minutes, and the acceleration of a superbike (0-100Km/h in 2.7 sec). Fuell says the Fllow will be on the road in 2021 for around $11000.

FUELL Flow Exterior 4 (1)

L’ex ingegnere di Harley Davidson Erik Buell (sì, il papà della Buell Motorcycles …) ha iniziato una nuova avventura con Francois-Xavier Terny: Fuell Inc. che ha iniziato la sua attività con una e-bike denominata Flluid (non è un errore, ha una doppia L) e ora sta raccogliendo i pre-ordini per una moto futuristica chiamata Fllow (anche questa con la doppia L). Questa moto sarà disponibile in due versioni, la prima con un motore da 11 kW e la variante più potente con un motore da 35 kW (48 CV). La moto non ha la tipica configurazione di trasmissione a catena o cinghia ma un motore HUB nel mozzo interno alla ruota, questo libera 49 litri di spazio dicarico nella parte centrale della motocicletta, inoltre promette un’autonomia nel ciclo urbano fino a 240Km, ricarica rapida in meno di 30 minuti e un’accelerazione da superbike (0-100 km/h in 2,7 secondi). Fuell afferma che il Fllow sarà sulla strada nel 2021 per circa $11000.

FUELL Flow Exterior 6 (1)

Ford Mustang Mach-E: first pony EV SUV

Mustang_mach_e

Ford finally unveiled its full electric SUV at LA Auto Show: the Mustang Mach-E that will come in fall 2020 and will fight against the Tesla Model Y. The most affordable version of the Mach-E will be the “Select” trim with rear-wheel drive withe a starting price at $43895. However this version won’t be available until early 2021, it will have a 75,7 kWh battery pack and a target range of 230 miles. Adding $2700, the select trim will be also available with 4WD. The limited First Edition will start at $59900 and wll be a extended-range all-wheel drive with some cool touches like: red painted brake calipers, metallic pedal covers, contrasting seat stitching and a scuff plate marked “First Edition.” The First Edition, will have a 98,8 kWh battery pack that can travel 270 miles on a single charge. Ford is supplying all variants with a home charger that can plug into 120V or 240V outlets. Ford will also sell a fast home charger. The Mach-E will have a next generation Sync infotainment system (Apple CarPlay and Android Auto compatible) with a 15.5″ vertical screen (with a physical volume knob at the bottom) in the center cockpit and a smaller display as instrument cluster in front of the driver.

Mustang_mach_eint

Ford ha finalmente presentato il suo SUV completamente elettrico al salone dell’auto di Los Angeles: la Mustang Mach-E che arriverà verso fine 2020 e sfiderà la Tesla model Y. La versione più economica della Mach-E sarà l’allestimento “Select” con sola trazione posteriore ad un prezzo di partenza di circa $43895. Tuttavia, questa versione non sarà disponibile fino all’inizio del 2021, sarà dotata di un pacco batterie da 75,7 kWh e un’autonomia di circa 230 miglia (370 km). Aggiungendo $2700 la versione potrà essere dotata di trazione integrale. L’edizione limitata “First Edition” avrà un prezzo di partenza di circa $59900 e avrà trazione integrale e autonomia estesa oltre ad alcuni tocchi di classe come: pinze dei freni rosse, pedaliera sportiva in metallo, cuciture dei sedili a contrasto e una piastra anti-graffio con la dicitura “First Edition”. La prima edizione avrà un pacco batterie da 98,8 kWh che un’autonomia di 270 miglia (430 km) per singola ricarica. Ford fornisce per tutte le versioni un caricatore domestico che può essere collegato a prese da 120V o 240V. Sarà anche in vendita un fast charger domestico. La Mach-E avrà un sistema di infotainment Sync di prossima generazione (compatibile con Apple CarPlay e Android Auto) con uno schermo verticale da 15,5″ al centro della plancia (con una manopola del volume fisica montata nella parte inferiore) e un display più piccolo come strumentazione di fronte l’autista.

Mustang_mach_e2

VW ID.3 an electric for the masses

Volkswagen_ID3

At the Frankfurt Motor Show 2019, VW has unveiled its, ready for the road, ID.3 full electric car based on the new MEB electric platform. The ID.3 will be offered with 3 different battery packs: 45 kWh battery pack for the base version with 330 Km range (WLTP tested), 58 kWh for the mid-range version (ID.3 1ST) with 420 Km range and 77 kWh battery pack for the long-range version that promises up to 550 Km range. Starting price at about 30000 euros (for the basic version). Tha car has overall dimesions near a VW Golf but with wheelbase similar to the Passat, so the there’s a lot of room for people inside. The cockpit has a very clean and essential design with two displays, one in front of the driver and one in the center for the infotainment system.

Volkswagen_ID3_cockpit

Al Motor Show di Francoforte 2019, VW ha presentato la sua ID.3, prima vettura elettrica di serie basata sulla nuova piattaforma MEB. L’ID.3 verrà offerta con 3 diversi pacchi batteria: il primo da 45 kWh per la versione base con autonomia di 330 Km (secondo test WLTP), il secondo da 58 kWh per la versione intermedia (ID.3 1ST) con autonomia di 420 Km ed infine il pacco batteria da 77 kWh per la versione a lungo raggio che promette fino a 550 km di percorrenza. Il prezzo di partenza sarà di circa 30000 euro (per la versione base). L’auto ha dimensioni complessive vicino a quelle di una VW Golf ma con un passo simile a quello della Passat, quindi c’è molto spazio per le persone all’interno. Il cockpit ha un design molto pulito ed essenziale con due display, uno davanti al guidatore e uno al centro per il sistema di infotainment.

Volkswagen_ID3_b

RAESR Tachyon Speed: road jet fighter

Tachyon_Speed_01

Crazy but terribly cool. If Batman wanted an electric car this could be his choice. The Raesr Tachyon Speed is a full electric hypercar developed under company founder and CEO Eric Rice. The car is a two seater with an aeronautic canopy, carbon fiber body (with a 0.39 CX) and the crazy power of 1250HP generated by 6 electric motors (4 back and 2 in the front) it also features 4wd with power vectoring, 0-62MPH under 3 sec, 0-120MPH under 7 sec and a top speed over 240MPH. The range is about 150 miles in real city traffic conditions.
This road jet fighter is ready to be ordered on the RAESR (Rice Advanced Engineering System and Research) web page: raesr.com

Tachyon_Speed_02

Folle ma terribilmente bella. Se Batman volesse un’auto elettrica questa potrebbe essere la sua scelta. La Raesr Tachyon Speed è una hypercar completamente elettrica sviluppata sotto la guida del fondatore e AD della compagnia Eric Rice. L’auto è a due posti con tettuccio aeronautico, carrozzeria in fibra di carbonio (con un CX di 0,39) e la folle potenza di 1250CV generata da 6 motori elettrici (4 posteriori e 2 anteriori) presenta anche 4wd con power vectoring, 0-100 Km/h in meno di 3 secondi, 0-200 Km/h in meno di 7 secondi e una velocità massima di oltre 380 Km/h. L’autonomia è di circa 240 Km in condizioni di traffico cittadino reale.
Questo caccia da strada è pronto per essere ordinato sulla pagina web RAESR (Rice Advanced Engineering System and Research): raesr.com

Tachyon_Speed_03

All pictures are RAESR Copyright

Voitures Extravert Quintessenza: all new green classic

2019-voituresextravert-quintessenza

Voitures Extravert based in the Netherlands has developed its all electric powered classic 911: the Quintessenza. They first made just five cars last year that were so appreciated that Voitures has decided to put it into slightly less limited production of 36 cars. Purists may be perplexed at the idea of chopping up a rare 60s 911 so they can rest tranquil knowing that the cars are based on 1980s models that are modified to look like their earlier counterparts. The company completely strips the donor car, rebuild and restore it in key areas. Each car receives an updated power steering system, modern air-conditioning and a redesigned suspension system. The interior keeps much of the original’s switchgear, the most important difference is the digital dashboard, which has fully customizable binnacles. The 58 kWh battery pack provides a range of 250 mile and is capable of adding 60 miles of range in just 15 minutes with a fast charger. The car has 222HP and covers 0-60mph in less than 6 seconds, top speed at 112MPH.  Voitures Extravert offers the ‘60s -styled SE or the ‘80s-look TE models in all original paint colors. Both start at $270,000 before taxes (including the donor car) and can be reserved with a $5600 deposit.

2019-voituresextravert-quintessenza-back

Voitures Extravert con sede nei Paesi Bassi ha sviluppato la sua 911 classica completamente elettrica: la Quintessenza. L’anno scorso hanno realizzato solo cinque auto che sono state così apprezzate che Voitures ha deciso farne una produzione leggermente meno limitata di 36 auto. I puristi potrebbero essere perplessi all’idea di tagliare una rara 911 degli anni ’60 ma possono riposare tranquilli sapendo che le auto sono basate su modelli degli anni ’80 che sono stati modificati per assomigliare alle loro più anziane controparti. L’azienda smonta completamente la macchina donatrice, la ricostruisce e la ripristina nei punti chiave. Ogni vettura riceve un sistema di servosterzo aggiornato, una moderna aria condizionata  e un sistema di sospensioni ridisegnato. L’interno conserva gran parte degli strumenti originali, la differenza più importante è il cruscotto digitale, che ha quadranti completamente personalizzabili. Il pacco batterie da 58 kWh offre un’autonomia di poco superiore ai 400Km ed è in grado di aggiungere 96Km di autonomia in soli 15 minuti con un caricabatterie rapido. L’auto ha 222 CV e copre lo 0-100Km/h in meno di 6 secondi, velocità massima a 180Km/h. Voitures Extravert offre i modelli SE con look anni ’60 o TE in stile anni ’80 in tutti i colori originali. Entrambi partono da circa 240000 Euro esentasse (compresa l’auto donatrice) e possono essere prenotati con un anticipo di circa 5000 Euro.

Halo bike by Damon Motorcycles

Halo_bike

The Halo bike is a prototype built by Damon Motorcycles based in Vancouver, Damon is a leading two-wheel technology company that employs radical innovations in sensor fusion, robotics and AI to expand the reach of a rider’s senses in 360º and deliver enhanced situational awareness. Halo is intended as a technology demonstration platform for: electrification, connectivity and AI (sensors for road safety). Damon’s Advanced Warning System for Motorcycles (AWSM™) understands unprotected conditions and specific vehicle dynamics of motorcycles that add to a rider’s vulnerability. Damon’s forward, side and rear detection algorithms inter-communicate to form a complete 360º ‘birds’ eye’ view of what’s happening around the motorcycle at all times. At Damon algorithms are tested over thousands of virtual and real-world miles before a motorcycle can detect and anticipate accidents on all sides of the rider in all environmental conditions. With cellular connectivity, possible collision scenarios are recorded. The data is then sent automatically to a dedicated cloud platform where a sophisticated AI engine continually learns and updates algorithms. For more info visit: damonxlabs.com

Halobike_3

La moto Halo è un prototipo costruito dalla Damon Motorcycles con sede a Vancouver, Damon è un’azienda leader nel settore delle tecnologie a due ruote che impiega innovazioni radicali nella fusione di sensori, robotica e intelligenza artificiale per ampliare l’ampiezza dei sensi di un motociclista a 360º e fornire una maggiore consapevolezza della situazione. Halo è intesa come una piattaforma di dimostrazione tecnologica per: elettrificazione, connettività e intelligenza artificiale (sensori per la sicurezza stradale). L’Advanced Warning System for Motorcycles (AWSM ™) della Damon coglie le condizioni non protezione e le dinamiche specifiche dei veicoli che aumentano la vulnerabilità del biker. Gli algoritmi di rilevamento anteriore, laterale e posteriore di Damon comunicano tra loro in modo da formare una vista a 360 ° “a volo d’uccello” di ciò che accade intorno alla motocicletta in ogni momento. Gli algoritmi di Damon sono testati su migliaia di miglia sia virtuali che nel mondo reale prima che una motocicletta possa rilevare e anticipare incidenti su tutti i lati del pilota in tutte le condizioni ambientali. Con la connettività cellulare, vengono registrati possibili scenari di collisione. I dati vengono quindi inviati automaticamente a una piattaforma cloud dedicata in cui un sofisticato motore di intelligenza artificiale impara e aggiorna continuamente gli algoritmi. Per maggiori informazioni visita: damonxlabs.com