sports cars

Kreisel Evex 910e: electric racer

Kreisel Evex 910e_2Una leggenda delle competizioni trasformata in ecologica super sportiva? Kreisel l’ha fatto, elettrificando un’icona del motorsport: la Porsche 910, automobile che corse in molte competizioni, tra cui alcune edizioni della 24 Ore di Le Mans a fine anni sessanta. In verità non si tratta di un’autentica Porsche 910, Kreisel ha lavorato con la Evex, una marca specializzata nella riproduzione accurata di auto storiche, il risultato è la Kreisel Evex 910e. Questa sportiva elettrica sarà prodotta in 35 esemplari, con un prezzo superiore al milione di euro. Vista la derivazione della sportiva, questa replica elettrica ha prestazioni elevatissime. Il motore eroga 490CV ed è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 53 kWh che permette 350km d’autonomia. L’auto pesa solo 1.100 chilogrammi e riesce a scattare da 0 a 100 chilometri all’ora in soli 2.5 secondi.

Kreisel Evex 910e_1.jpgA legend of the competition turned into a green supersports? Kreisel did it, electrifying an icon of motorsport: the Porsche 910, car raced in many competitions, including some 24 Hours of Le Mans editions at the end of the 60s. The car isn’t a real Porsche 910, Kreisel worked with Evex, a brand specialized in vintage cars replicas, the result is the Kreisel Evex 910e. This electric sports car will be produced in 35 units, with a over a million euro price tag. Considering the sport heritage this car is very powerful. The engine delivers 490CV and is powered by a 53 kWh  lithium-ion battery which allows 350km range. The car weighs only 1.100 kilograms and is able to sprint from 0 to 100km/h in just 2.5 seconds.

Kreisel Evex 910e_3

Porsche Mission E concept: Stuttgart goes electric

porsche_mission_E_front

All’edizione 2015 del IAA a Francoforte Porsche ha presentato un prototipo che sfrutta le tecnologie che hanno permesso la vittoria a Le Mans. La Mission E, questo il nome del prototipo, grazie a due motori elettrici in grado di erogare una potenza complessiva di 600 cavalli, scatta da 0 a 100 in 3,5 secondi e da 0 a 200 in meno di 12 secondi. L’autonomia e i tempi di ricarica dovrebbero essere straordinari, ottenuti grazie al raddoppio della tensione e introducendo la tecnologia a 800 volt: la Mission E, infatti, può percorrere più di 500 km e la batteria è ricaricabile in soli 15 minuti con l’energia sufficiente a percorrere altri 400 km circa.

porsche_mission_E_side

At the 2015 edition of the IAA in Frankfurt Porsche presented a prototype that uses the technology that allowed the victory at Le Mans. The Mission E, this is the prototype name, thanks to two electric motors capable of supplying a total power of 600HP, accelerates from 0 to 100 km/h in 3.5 seconds and from 0 to 200 km/h in less than 12 seconds. The range and recharge time should be extraordinary, obtained thanks to the doubling of voltage and introducing 800 volts technology. The Mission E, in fact, can travel more than 500 km and the battery can be recharged in just 15 minutes with enough energy to travel another 400 km.

porsche_mission_E_back

Audi R8 e-tron piloted driving concept: ultimate self driving machine from Ingolstadt

audi-r8-e-tron-FRONT

Audi presents its latest innovations at CES Asia: Audi R8 e-tron Piloted Driving Concept. The car in part is the car that we already know with two electric motors with a 460CV output and 920 Nm of torque and which allows acceleration from 0 to 100km/h in 3.9 seconds. Through the integrated battery pack, the range is 450 km and top speed is 250 km/h. The real novelty is the introduction of a number of elements for semi-autonomous driving, technologies that we will find in auto production within the next two years. The control called zFAS manages ultrasonic sensors, radar, laser scanners and cameras that are monitoring road traffic and other vehicles. This is the same technology already tested on the Audi A7 “piloted drive” concept. Finally, the R8 e-tron uses CCS (Combined Charging System) which allows you to recharge the battery in less than two hours and using direct and alternating current.

audi-r8-e-tron-SIDE

Audi presenta al CES Asia l’ultima novità: Audi R8 e-tron Piloted Driving Concept. L’auto in parte è quella che già conosciamo con una coppia di motori elettrici che in totale eroga 460CV e 920 Nm di coppia massima e che permette un’accelerazione da 0 a 100 in 3.9 secondi. Tramite il pacco batterie integrato, l’autonomia è di 450 chilometri mentre la velocità massima è di 250 km/h. La vera novità è l’introduzione di una serie di tecnologie per la guida semi-autonoma, tecnologie che troveremo nelle auto da produzione entro i prossimi due anni. La centralina di controllo denominata zFAS gestisce sensori ultrasonici, radar, scanner laser e videocamere che si occupano di monitorare strada e traffico degli altri veicoli. Si tratta della stessa tecnologia utilizzata già testata sulla concept Audi A7 “piloted drive”. Infine la R8 e-tron utilizza la tecnologia CCS (Combined Charging System) che permette di ricaricare la batteria in meno di due ore e di caricare l’auto sia a corrente continua che alternata.

audi-r8-e-tron-BACK

Cool finnish technology: Toroidion 1MW Concept

Toroidion_1MW_Concept_11

The Toroidion 1MW Concept is a cool green sportscar that has an innovative powertrain and was launched at Top Marques Monaco 2015,  this car is street-legal and has been designed, developed and built entirely in-house in Finland as you can read on the company web page (http://www.toroidion.com/).  Its all-new electric powertrain has been designed to be scalable in power for different applications. The high-capacity battery of this car can be as easily replaced in the pit-lane as it is in the home garage.

Toroidion_1MW_Concept_10

La Toroidion 1MW concept è una sportiva green con un’innovativo gruppo motore-batterie che è stata presentata al Top Marques 2015 a Montecarlo. E’ una vettura omologata per l’uso su strada completamente studiata, progettata e assemblata in Finlandia come è possibile leggere sul sito della casa (http://www.toroidion.com/). Il pacco batterie può essere facilmente cambiato sulla pit-lane come nel vostro garage.

Detroit Electric SP:01, final cut: it’s a coupe

SP01
Svelato oggi il design esterno definitivo della nuova vettura Detroit Electric, una pura elettrica sportiva a due posti che la casa automobilistica sta avviando alla produzione di serie. La leggera SP:01 in edizione limitata sarà la più veloce automobile elettrica prodotta in serie in vendita in Asia, Europa e Nord America a partire dal 2015. Presentata a livello di prototipo al Motor Show di Shanghai nel 2013, il design della SP:01 è stato attentamente aggiornato prima dell’inizio della produzione, previsto nel corso di quest’anno nel nuovo stabilimento nel Regno Unito, per migliorare ulteriormente l’aerodinamica del veicolo. L’elemento che più colpisce del design è il nuovo, evidente assetto coupé che sostituisce gli archi che caratterizzavano il prototipo sui lati dei finestrini posteriori. Le linee esterne sono stato ottimizzate con l’analisi della fluidodinamica computazionale (CFD) che ha consentito di migliorare il flusso dell’aria e ridurre le turbolenze per massimizzare prestazioni e stabilità.  Le novità nel design della SP:01 assicurano il mantenimento delle promesse di fissare nuovi standard di performance e maneggevolezza nel segmento EV. Il potente motore elettrico consentirà all’auto di raggiungere la notevole velocità massima di 249 km/h e uno scatto da 0 a 100 in soli 3,7 secondi.


The final exterior design of Detroit Electric’s all-new, pure electric two-seater sports car, the SP:01, is revealed today as the company gears up for production. The lightweight, limited-edition SP:01 will be the world’s fastest production electric sports car when it goes on sale in Asia, Europe and North America, starting in 2015. Revealed as a prototype at the 2013 Shanghai Motor Show, the design of SP:01 has been subtly updated to further improve the vehicle’s aerodynamic performance, ahead of the start of production at a new facility in the UK later this year. The most striking element of the design is the bold new fastback configuration, which replaces the prototype’s flying buttresses on either side of the rear window. The exterior design has been optimised using computational fluid dynamics (CFD) analysis to provide enhanced airflow and reduce turbulence, for maximum performance and stability.  The changes to SP:01’s design ensure that it will deliver on its promise to set new standards for performance and handling in the EV segment. Its high-power electric motor will propel the car to an impressive 155 mph top speed and a 0-60mph time of just 3.7 seconds.
DetroitElectric_SP01