veicoli elettrici

Tesla moves forward

Tesla_Semi_truck

Tesla avanza, nonostante tutto e tutti, nonostante gli allarmi veri o presunti sulle sue finanze, il marchio che ha portato la mobilità elettrica ad un altro livello è sicuramente sotto pressione. Ed ecco spuntare dal cilindro del mago Elon non una ma ben due ghiotte novità. La prima è il più che annunciato camion elettrico di Tesla, che si chiama Tesla Semi. Secondo quanto dichiarato dalla casa, a velocità autostradali e a pieno carico l’autotreno elettrico dovrebbe avere una percorrenza 800 km con una singola ricarica. Grazie ai nuovi Megacharger alimentati a pannelli solari permetterà di recuperare oltre 640 km in 30 minuti. Certo il confronto con gli attuali mezzi per il trasporto pesante tradizionali risulta quasi impietoso considerato che riescono a percorrere anche 1600 km con un solo pieno di gasolio, il confronto va visto in ottica americana: infatti circa il 30% dei trasporti USA sono su scala regionale e quindi entro le 200 miglia (circa 320 km) di distanza: è quello (almeno per ora) il mercato di riferimento, Musk poi gioca le carte del comfort e della sicurezza, grazie a una versione dedicata del sistema Autopilot, che mantiene il veicolo in corsia, velocità e distanza dagli altri mezzi e frena da solo in caso di pericolo. Interessante la capacità di carico di 36 tonnellate e la garanzia di un milione di miglia. Questa volta però Tesla non è precursore e altri costruttori si sono già affacciati, pochi mesi fa sono stati presentati il Cummins Aeos e l’eTruck Mercedes. L’inizio della produzione del Tesla Semi è prevista per 2019, in concomitanza a questo lancio Musk a sfoderato un’altra novità: la nuova Tesla Roadster. Numeri alla mano i dati sono di tutto rilievo con lo 0-100 km/h in 1,9 secondi, il quarto di miglio coperto in solo 8,8 secondi, velocità massima a 400 km/h, mentre l’autonomia è di 1.000 km. Unico problema: l’attesa, bisognerà aspettare almeno il 2020. La nuova Roadster ha tre motori elettrici, uno installato all’anteriore e due al posteriore, necessari per garantire all’auto la trazione integrale. Come nelle più classiche sportive 2+2, lo spazio al posteriore è più adatto a dei bambini o a delle borse, mentre l’abitabilità anteriore dovrebbe essere più che valida.

Tesla_RoadsterTesla moves forward, despite everything and everyone, despite the real or alleged alarms on its financial troubles, the brand that has brought electric mobility to the next level is under pressure. And here comes from Elon’s magic cylinder, not one but two tasty news. The first is the most announced electric truck by Tesla, named Tesla Semi. According to what Tesla says, at highway speeds and full load, the electric truck should have a range of 800 km per single charge. Thanks to the new Megacharger powered by solar panels, it will recharge power for over 640 km in 30 minutes. Of course, comparison with the current traditional trucks is hard considering that they can run up to 1600 km with only one refueling, you must see these data from the American point of view: in fact about 30% of US transport is on a regional scale with 200 miles range: that is (at least for now) the reference market, Musk then plays the comfort and safety options, thanks to a specific version of the Autopilot system, which keeps the vehicle in lane, speed and distance from other vehicles and brakes alone in case of danger. Interesting is the loading capacity of 36 tons and the one million mile guarantee. This time, however, Tesla isn’t first in this kind of business and other builders have already presented their solutions a few months ago, Cummins Aeos and Mercedes eTruck. The start of Tesla Semi’s production is scheduled for 2019, presenting the truck Musk launched another car: the new Tesla Roadster. Numbers are stunning with 0-60MPH in 1.9 seconds, quarter mile covered in only 8.8 seconds, maximum speed at 250MPH, while the autonomy is more than 600 miles. The only problem: waiting, at least, until 2020. The new Roadster has three electric motors, one installed at the front and two at the rear, making it a true 4wd. As others 2+2 sports cars, the back space is more suitable for children or handbags, while front space should be more than enough.

Tesla_Roadster2

Annunci

Microlino: the electric Isetta

Microlino_side

La citycar elettrica Microlino, il cui design prende dichiaratamente spunto dalla Isetta degli anni 50, sembra verrà costruita in Italia. L’azienda svizzera Micro Mobility System di Küsnacht, ha infatti sottoscritto una joint venture con la Tazzari EV di Imola. Quest’ultima, infatti è parte di un gruppo industriale con ben 260 dipendenti, e produce da circa dieci anni microcar elettriche con oltre 1.300 esemplari venduti ad oggi. Sembra che i creatori di questa simpatica vetturetta abbiano già raccolto 1.500 ordini a scatola chiusa. L’accordo prevede che la produzione sarà avviata per fine del 2017; la Tazzari curerà la commercializzazione per il mercato italiano, mentre la Micro si occuperà in proprio degli altri mercati europei. La Microlino è omologata come quadriciclo pesante (L7e), ha la carreggiata posteriore strettissima come la Isetta, e come la progenitrice è accessibile dal portellone frontale.  Conta due posti, motore elettrico (da 15 kW) e trazione posteriore.  L’autonomia stimata, garantita da batterie agli ioni di litio, è di 100 km mentre la velocità massima dovrebbe essere di 90 km/h. Prezzo (per ora) indicativo: circa 12 mila euro.

The electric city car Microlino, whose design takes inspiration from the Isetta in the 50s, seems will be built in Italy. The Swiss company Micro Mobility System of Küsnacht, has signed a joint venture with the Tazzari EV located in Imola. Tazzari EV in fact, is part of an industrial group with up to 260 employees, and has a ten years business in electric microcar with over 1300 units sold. It seems that the creators of this nice little car have already collected 1500 orders. The agreement provides that the production will start by the end of 2017; Tazzari will handle sales for the Italian market, while the Micro will follow the other European markets. The Microlino is approved as a heavy quadricycle (L7e), the rear is very narrow as the Isetta, and as the progenitor is accessible from the unique front door. It has two seats, 15 kW electric motor and rear wheel drive. The estimated range, guaranteed by lithium-ion batteries, is 100 km and top speed should be 90 km/h. Indicative price: about 12000 euro.

 

Electric GT – Ferrari 308 GTE: green with style

ferrari_308_gte_01

An half burned Ferrari 308 GTS saved from the graveyard. Guys at Electric GT have made a great job, giving a new life to this Pininfarina design creature. A crazy cool project making an electric Ferrari with 415 HP, a 5 speed Porsche gearbox (in order to work with the torque of the new engine), a top speed of 156MPH and a range of 100 miles (with the Li-Ion 28.5kWh battery) next to become 200 miles range with a new 75kWh pack.

ferrari_308_gte_02

Una Ferrari 308 GTS mezza bruciata salvata dal cimitero. I ragazzi alla Electric GT hanno fatto un grandioso lavoro dando a questa creatura disegnata da Pininfarina una nuova vita. Un progetto folle e affascinante quello di costruire una Ferrari elettrica con ben 415CV, un cambio manuale Porsche (per reggere la coppia del nuovo motore elettrico), una velocità massima di circa 250km/h e un’autonomia di circa 150km (con le attuali batterie Li-Ion da 28.5kWh) che presto dovrebbero diventare 300km nuove batterie da 75kWh.

ferrari_308_gte_08

ferrari_308_gte_11

Energica EVA: the green streetfighter

Energica_EVA

Presentata all’EICMA 2014 la Energica EVA, sorella naked della Energica EGO, un’autentica streetfighter dal cuore green, un poderoso motore PMAC sincrono trifase a magneti permanenti raffreddato ad olio con trasmissione diretta senza cambio con sistema di frenata rigenerativa, che eroga ben 136CV! La EVA rappresenta la seconda moto nel lineup produttivo di questa factory italiana con base a Modena. Una sportiva naked dal look di grande impatto e dalla dotazione tecnica di primo livello come forcella Marzocchi da 43 mm, il monoammortizzatore della Ohlins al posteriore e i freni con pinze Brembo radiali monoblocco e sistema ABS della Bosch. Non sono stati diffusi dettagli tecnici ma è facile pensare che saranno mantenute molte delle prestazioni della EGO come lo 0-100km/h in meno di 3 secondi, la velocità di punta di 240Km/h e l’autonomia di circa 100Km. Il peso dovrebbe essere attorno ai 245Kg. Si attendono dettagli e prezzo per sapere quando vedremo questo gioiello su strada.

Energica-EVA-side-at-EICMA-2014

Presented at EICMA 2014, the Energica EVA, naked sister of the Energica EGO, a real streetfighter with a green heart, a powerful PMAC synchronous three-phase oil-cooled electric engine with permanent magnet direct transmission with no gearbox and regenerative braking system, which delivers up to 136H! The EVA is the second bike in the lineup production of this Italian factory based in Modena. A sporty naked with a striking look and top technical equipment such as Marzocchi 43 mm fork, Öhlins monoshock at the rear and disc brakes with radial Brembo calipers and ABS system from Bosch. Technical details were not disclosed but it is easy to think that many will be maintained with the performance of EGO as 0-100k /h in less than 3 seconds, 240km/h top speed and the range of about 100 km. The weight should be around 245Kg. Details and prices are expected to know when we will see this jewel on the road.

Mugen Shinden San: racing at the green TT 2014

Mugen_Honda_ShindenSan

Gareggiando al TT Zero 2014 (il Tourist Trophy per moto a emissioni zero) la Mugen Shinden San, ha stabilito un nuovo terrificante record della pista alla velocità di 188Km/h! Nel reparto R&D c’è stato un impegno massivo per lo sviluppo della moto e anche sapendo che c’è stata collaborazione con la Mission Motors, non c’erano dubbi che anche Mugen sapesse una o due cose su come si costruisce una moto da corsa. Ogni singolo pezzo per la versione 2014 della moto è diverso, maggiore capacità della batteria agli ioni di litio (370V) e di nuovi sistemi di controllo per la gestione coppia spropositata del motore che produce 220 Nm. Il motore brushless trifase a bagno d’olio da 100 kW (134 CV) è ora disponibile in una confezione più leggera (anche se 240 kg non sembra poi così leggero), più piccola e con una migliore aerodinamica. Dopo aver dominato tutte e tre le sessioni di prove libere per la sesta edizione del TT ZERO stabilendo un nuovo record sul giro ad ogni sessione, la Mugen Shinden San ha riportato una netta vittoria 1-2. Attraverso le tre sessioni e corsa, velocità medie sono aumentate di quasi 10Km/h. Impressionante vedere un tale progresso svoltosi apparentemente in tempo reale. Nella terza sessione, entrambi i compagni di squadra Mugen (J. McGuiness e B. Anstey), hanno battuto tutti i precedenti record riportati da moto elettriche con 185Km/h e 181Km/h, rispettivamente, durante la gara McGuinnes ha stabilito il giro più veloce di sempre a 188Km/h!

2014_tt-zero_Honda

Racing at the 2014 Isle of Man TT Zero (the TT for zero emission motorcycle) Mugen Shinden San, electric racebike establish a new terrifying lap record at 117MPH lap! In the electric bike R&D department, there appears to be massive development and while we know there has been collaboration with Mission Motors, it’s not like Mugen doesn’t know the odd thing or two about building race bikes. Every single part for 2014 bike version is different, increased Laminate-type Li-ion battery capacity (370V) and new control systems managing the ultra-high torque of the motor which produces 162 ft.-lbs. (220 Nm). The 100 kW (134 HP) oil-cooled three-phase brushless motor now comes in a lighter package (though at 240 kg it’s not light), smaller and with improved aerodynamics. After dominating all three practice sessions for the sixth running of the TT ZERO event setting a new lap record with every session, the Mugen Shinden San electric racebike delivered a clear 1-2 victory. Across the three sessions and race, average speeds have increased 6 mph. It’s so impressive to watch such massive progress being made in seemingly real time. In the third session, both Mugen teammates (J. McGuiness and B. Anstey), broke all previous electric bike records with 115.6 MPH and 113.6 MPH respectively, during the race McGuinnes established the fastest lap ever at 117.4 MPH!

Liberty Electric Cars E-Range: green luxury SUV

liberty-electric-suvLiberty Electric Cars è un’azienda inglese specializzata nella riprogettazione di veicoli di serie per creare il più affidabile, sicuro e facile da usare dei SUV 4×4 a trazione elettrica e zero emissioni e lavorano anche ad altre tipologie di veicoli. La Liberty E-Range è la prima piattaforma a cui la tecnologia è stata applicata, consentendo al cliente di godere della potenza, prestigio e lusso della lussuosa Range Rover senza danni all’ambiente. Test indipendenti hanno dimostrato che la Liberty E-Range accelera da zero a 100 in circa sette secondi, raggiunge una velocità massima di 160km all’ora e ha un’autonomia di circa 320km con una singola carica. Questo fornisce prestazioni e autonomia mai stati raggiunti nel settore del 4×4 e consente costi di esercizio significativamente più bassi rispetto alle auto con motore a combustione interna – ad esempio chi spende una media di 50 sterline a settimana a benzina vedrebbe scendere i costi a poco più di 10 sterline (media basata sul costo di esercizio di 3.92£ / km rispetto al 18.58£ / miglio). Liberty Electric Cars ha sviluppato un tipo di batteria unico, con batterie che sono più grandi rispetto a qualsiasi batteria di auto usate prima, eppure sono più leggere e potenti. La batteria ai polimeri di Litio si trova in una posizione tale che non vi è alcuna perdita di spazio interno. La E-Range monta 4 motori brushless a magneti permanenti (uno per ruota) e un efficiente sistema di gestione che permette un controllo precisissimo della trazione senza l’uso di transfer e sistemi di distribuzione meccanica della trazione, oltre al normale sistema di ricarica con presa e cavo è in fase avanzata di studio un sistema wireless a induzione.

Liberty Electric Cars is a british company specialized in the re-engineering of iconic production vehicles to create the most reliable, safe, easy to charge, cost effective, high performance, zero-emission Pure Electric transport, ranging from 4x4s, SUVs, MPVs through to pick-up trucks. The Liberty E-Range is the first platform to which the technology has been applied, allowing the consumer to enjoy the power, prestige and luxury of the iconic Range Rover without the cost to the environment. Independent tests have proven that the Liberty E-Range accelerates from zero to 60MPH in seven seconds, reaches a top speed of 100MPH and has a range of 200 miles on a single charge. This provides performance and range that have never before been achieved in the 4×4 sector and allows for significantly lower running costs when compared to internal combustion engine cars – for example those spending an average of £50 a week on petrol would see their costs reduce to just £10 a week (based on running cost of 3.92p/mile compared to 18.58p/mile). Liberty Electric Cars has developed unique energy storage with Lithium Polymer batteries that are larger than any car battery used before, yet they are lighter and more power dense. The battery is located in a such a way that there is no loss of interior space. The E-Range has 4 DC brushless permanent magnet motors (1 per driven wheel).

Works Electric ROVER: powerful green toy

Works-Electric-Rover-in-actionSembra un semplice monopattino ma in realtà è un brillante esempio di mezzo elettrico compatto per il tempo libero e non solo. Il Rover costruito da Works Electric è un mezzo in grado di muoversi agilmente su molti terreni grazie ad una solida e leggera costruzione in alluminio aeronautico e ruote extra large. Monta un motore trifase brushless e trasmissione a cinghia e batterie agli ioni di Litio offerte in due diverse potenze (36V e 770Wh di capacità oppure 48V e 1000Wh). La velocità (a seconda del tipo di accumulatori) varia da 45km/h e 56km/h e di pari passo cambia anche l’autonomia da 29km a 40km e il prezzo da 4950$ (circa 3800 euro) a 5750$ (circa 4500 euro). Nella pedana sono integrate la luci a led e sul manubrio un supporto per smartphone, volendo si può anche avere come opzione una sella che lo trasforma in scooter ultralight. Un mezzo simile potrebbe avere utilizzi in centri turistici come per servizi di polizia in zone pedonali o con vie d’accesso particolarmente strette. Un mezzo quindi divertente ma con potenziali utilizzi in ambiti professionali.


It seems a kick scooter instead it is a brilliant example of a compact electric vehicle for leisure and beyond. The Rover built by Works Electric is a ride that can move easily on many terrains thanks to solid construction and lightweight aircraft aluminum and extra large wheels. It has a brushless AC motor, belt transmission and lithium-ion battery offered in two different power (36V and capacity of 770Wh or 48V and 1000Wh). The speed (depending on the type of accumulators) varies from 28 MPH and 35 MPH and the same also changes the autonomy from 18 to 25 miles and the price from 4950$ to 5750$. On the platform are integrated LED lights on the handlebars a support for smartphone, if you want you can also have (as an option) a seat. A similar ride could be used in tourist centers such as police services in pedestrian areas or access to closed areas. It can be considered a scooter for leisure and work activity.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA